I birilli dei bambini trovano sempre i genitori di sorpresa, ma se il figlio o la figlia improvvisamente iniziano a gridare forte e cadono a terra in un luogo affollato, questo è doppiamente spiacevole. Cosa fare ai genitori se il bambino ha un’isteria, e semplicemente non è il momento di aspettarlo quando finisce?

La psicologa Laura Markham, come molti dei suoi colleghi, è sicuro che a volte i bambini devono solo urlare. Il loro comportamento – come, tuttavia, il nostro con te – controlla le emozioni e i bisogni.

Se vogliamo che il comportamento del bambino cambi, dobbiamo permettergli di mostrare emozioni: piangere, lamentarsi, calpestare i piedi. Quando il bambino è trattenuto, le sue emozioni si stanno accumulando all’interno e possono scoppiare nel momento più inopportuno.

Inoltre – dopo un’ondata emotiva, il bambino di solito diventa più flessibile e si comporta perfettamente per il resto della giornata, e talvolta la settimana. Si litiga di meno con fratelli e sorelle ed è più affettuoso. Quindi, rimanendo calmo e amorevole, quando il bambino urla ad alta voce, abbiamo una ricompensa per questo e iniziamo ad apprezzare le lacrime più della capacità di trattenere le emozioni.

Ma a volte non abbiamo tempo – supponiamo che tu debba prendere un altro bambino dall’asilo. O, per esempio, mentre il bambino striscia a terra, mettendo le foglie in bocca, i due anni hanno arrotolato l’isteria sull’oscillazione e il loro fratello di quattro anni non vuole lasciare il parco e si nasconde dietro la collina.

Se non c’è modo di aspettare fino a quando il bambino si calma, è necessario prepararsi per una possibile reazione emotiva, usando uno dei seguenti metodi.

1. Prepararsi in anticipo. Se lo sai ogni volta, lasciando il parco giochi, il bambino urla, prova a raccoglierlo dal parco mezz’ora prima. Per queste mezz’ora avrà il tempo di piangere e calmarsi, e verrai a scuola in tempo per un bambino più grande o ti ritroverai un po ‘prima e farai una passeggiata vicino alla scuola.

2. Guarda la situazione attraverso gli occhi del bambino. Non sorprende che non voglia lasciare il parco giochi – c’è divertente. Ma se il bambino sente di essere compreso, fa spesso quello che gli viene chiesto, anche se non lo vede. Empatia – La tua arma segreta. È importante che il bambino sappia: viene ascoltato, compreso e preso in considerazione i suoi interessi.

3. Interessante. Il bambino ha bisogno di qualcosa per cui lotta. Questa può essere una piattaforma vicino alla scuola di un fratello maggiore, la musica che può scegliere in macchina, il permesso di aprire l’auto da solo. A volte è sufficiente

https://www.paumagicosplay.com/marito-o-bancarotta-come-risparmiare-sull/

offrire una scelta: salta all’uscita dal parco, come un canguro, o vola come un razzo.

4. Applicare il principio di “Divide and Conquer”. Hai diversi figli? Porta l’anziano agli alleati: se ha un incentivo a lasciare il parco, sarà in grado di persuadere i più giovani.

5. Se nulla aiuta, prendi il bambino urlante nella giusta direzione. Cerca di dire che capisci i suoi sentimenti sulla strada per la macchina. Quindi capirà di essere ascoltato. Se non ti ascolta, taci. Se non sei stato in grado di sostenere il bambino nella manifestazione delle emozioni, molto probabilmente, troverai uno scoppio in un’auto o più tardi, a casa. Ma ora lo sa per certo: se hai detto che è tempo di andare, allora lo è e rimarrai fedele alla tua decisione.

È meglio non confondere l’isteria già, ma prevenire i guasti. Preparati in anticipo per manifestazioni negative, mostra empatia, mostra amore, ti permettono di giocare a giochi rumorosi. Questo aiuterà i bambini a imparare a gestire emozioni e comportamenti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *